L’Unione Europea non può essere democratizzata

Condividiamo con voi questo ottimo articolo di Thomas Fazi e William Mitchell sulle ragioni profonde che hanno portata alla trasformazione della Comunità Economica Europea, voluta dai “padri costituenti” Robert Schuman, Konrad Adenauer e Alcide De Gasperi, nell’attuale Unione Europea, che è qualcosa di totalmente diverso, prima di tutto negli obiettivi politici.

Gli obiettivi della Comunità Economica Europea erano la convivenza pacifica fra i popoli per il comune sviluppo economico, il tutto improntato su politiche “keynesiane” di piena occupazione. L’economia era giuridicamente regolamentata per perseguire questi obiettivi.

L’Unione Europea è, invece, il frutto della reazione dei “detentori dei capitali” a queste politiche. Il risultato è che attualmente gli obiettivi politici dell’Unione Europea sono, dichiaratamente, «una politica economica in conformità al principio di un’economia di mercato aperta e in libera concorrenza». Tali obiettivi vengono perseguiti tramite riforme giuridiche conseguenti, trattati europei, leggi nazionali, regolamenti, ecc.

Buona lettura

http://www.senso-comune.it/thomas-fazi/1729/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.