Categoria: Libertà d’informazione

I “fanatici del bene”, che vietano le opinioni.

di Adalgisa Marrocco Intervista a Pierluigi Battista Il giornalista, autore di “Libri al rogo. La cultura e la guerra all’intolleranza”, commenta all’HuffPost la lettera aperta di 150 intellettuali contro il dilagare della “cancel culture” e il soffocamento del dibattito aperto pubblicata su Harper’s Magazine “Amos Oz diceva che ‘il fanatico […]

Socrate: “Io so di non sapere”. Come liberarci dalla (nostra) ignoranza.

Il grande filosofo Socrate aveva compreso che la differenza fra persone ignoranti e persone colte non sta tanto nelle conoscenze che pensano di avere, ma sta nell’atteggiamento verso la conoscenza. Il mondo è sempre più complesso di quanto lo possiamo comprendere e vi sono sempre conoscenze che ci sfuggono, vi […]

Società della conoscenza o dell’ignoranza?

di Franco Mattarella Come tutti sanno la costruzione e distribuzione di conoscenza e ignoranza sono fortemente implicate in “relazioni di potere“. La Treccani definisce così la “Knowledge society“: “Società nella quale il ruolo della conoscenza assume, dal punto di vista economico, sociale e politico, una centralità fondamentale nei processi di vita, e […]

Manipolare con la paura e il conformismo. Il lato oscuro della psicologia e della sociologia

di Patrizia Scanu nche se se ne parla poco, esiste un lato oscuro della psicologia e della sociologia. La conoscenza della mente e i processi sociali può essere utilizzata infatti non solo per migliorare le persone e i contesti in cui vivono, ma anche per manipolare le une e gli […]

Il trucco degli “editori responsabili”

di Giovanni Lazzaretti E’ un trucco. Cos’è che è un trucco, il virus? No, purtroppo il virus è vero. Il trucco riguarda altro.   Editori responsabili Nella scorsa puntata ho presentato una tabella di raffronto tra la narrazione televisivo/giornalistica (fatta dagli autodefinitisi “editori responsabili”) e la “verità braccata da vicino” […]

Vietato pensare: l’incubo di Orwell è già realtà

di Enrica Perucchietti «Conosco bene tutti gli argomenti contro la libertà di pensiero e di parola, gli argomenti che affermano che non può esistere e quelli che dicono che non dovrebbe esistere. Rispondo semplicemente che non mi convincono e che la nostra civiltà nell’arco di quattrocento anni si è basata […]

L’accusa di complottismo: la “fallacia ad hominem” per screditare il dissenso

di Enrica Perucchietti Il pensiero unico su cui si deve assestare l’opinione pubblica è una forma di “politicamente corretto”, il più possibile allineato a quelli che sono gli obiettivi del potere. Il totalitarismo democratico ha i suoi cani da guardia, i suoi psicopoliziotti, pronti a riportare all’ovile chiunque dissenta od osi manifestare […]